La vecchia istantanea

Aveva, la malinconia nello sguardo e le ossa fragili, aveva la testa tra le nuvole ed il mondo ai suoi piedi, aveva la l’intelligenza vivida che le donava brillantezza agli occhi e la timidezza che le colorava le guance aveva i fiori nei capelli e pochi anni. Oggi la osservo, da una distanza di mezzoContinua a leggere “La vecchia istantanea”

La vita della maglia di lana rossa.

Qualunque cosa ha una vita che si possa raccontare, persino la maglia di lana rossa infeltrita, che unica e sola pende da una molletta sullo stenditoio della signora al palazzo di fronte. E’ fradicia per l’acqua di tutta una notte, dimenticata fuori per sbaglio, o chissà, magari per scelta, ed è triste come triste èContinua a leggere “La vita della maglia di lana rossa.”

Le orrende galosce di gomma nere

Piove a dirotto fuori, e se chiudo gli occhi rivedo mia nonna con quelle orrende galosce di gomma nere in mano che mi obbligava ad indossare per andare a scuola, anche quando facevano due schizzi. Tra l’altro erano enormi rispetto alla mia corporatura esile, e veramente molto nere rispetto al bianco del grembiule e alContinua a leggere “Le orrende galosce di gomma nere”

Il cuore a spasso

Ogni tanto mi piace mettermi in macchina e portare a spasso il cuore. Ovviamente guido io. Lui non deve fare altro che chiudere gli occhi e fidarsi di me. Tanto lo so quali sono i posti che gli piacciono di più, e so che gli piace ascoltare sempre la musica quando usciamo insieme soli, ioContinua a leggere “Il cuore a spasso”

Battiti

Non c’è più, il coraggio di sfidare i miei stessi limiti, e’ sepolto tra le macerie di una coscienza che non è la mia. Parole, come timbri, hanno marchiato l’involucro che mi contiene, e non c’è più, quella voglia di osare, anche solo per gioco e per complicità. Non si raccoglie un fiore calpestato, nelContinua a leggere “Battiti”

Non è facile

Non è facile, però ho ordinato un nuovo paio di scarpe su un catalogo online. Sono di quelle calzature che non avrei scelto mai nella mia identità precedente; troppo sportive, dinamiche, alla moda, giovanili, non adatte a me insomma. C’è sempre il reso che posso fare se non dovessero piacermi, però ho giurato a meContinua a leggere “Non è facile”

Flipper

Mio padre parlava molto poco, eppure mi ha insegnato tanto, senza nemmeno volerlo. Ero una ragazzina quando mi fece un regalo straordinario: una bottiglia di whisky vuota. Prima di pensare che fosse completamente impazzito, mi accorsi che aveva una fessura nel vetro della dimensione pressapoco di una moneta. Lui stesso ne infilò una subito, laContinua a leggere “Flipper”

Tra la luna e la sabbia

Lei era lì, seduta tra la luna e la sabbia. Il cuore in gola le permetteva a malapena di respirare e l’umidità dell’aria ed il sudore rendevano le sue mani scivolose al tatto. Voleva specchiarsi nel mare, ma aveva paura di quello che avrebbe visto e se ne vergognava prima ancora di scorgerlo. La testaContinua a leggere “Tra la luna e la sabbia”