Rifugiati

Rifùgiati, chiunque tu sia, nelle profondità intime delle coscienze, rifùgiati in quei bagagli di dignità che trovi aperti e tra la polvere della indignazione che esplode. Rifùgiati tra le macerie dei sogni infranti dai vari “credo” traditi e nasconditi sicuro nella vergogna di ciascuno di noi di non essere te. Lasciati consolare dalle lacrime diContinua a leggere “Rifugiati”

Tra la luna e la sabbia

Lei era lì, seduta tra la luna e la sabbia. Il cuore in gola le permetteva a malapena di respirare e l’umidità dell’aria ed il sudore rendevano le sue mani scivolose al tatto. Voleva specchiarsi nel mare, ma aveva paura di quello che avrebbe visto e se ne vergognava prima ancora di scorgerlo. La testaContinua a leggere “Tra la luna e la sabbia”

Ode (e lode) agli sconosciuti

Potrà risultare strano, e senz’altro lo è, il fatto che nella mia vita io ami moltissimo gli sconosciuti. Già, proprio loro e cioè quelle persone che per fatalità si incontrano in qualsiasi momento della vita ed in qualsiasi luogo per un periodo di tempo troppo breve affinché qualcosa possa andare storto. L’aspetto interessante è cheContinua a leggere “Ode (e lode) agli sconosciuti”

Come l’acqua sul fuoco

Il mondo brucia, e non brucia solo per l’elevata temperatura, il mondo brucia perché è arido. E brucio anche io, con questo caldo infame, arida come sono divenuta dopo che il disincanto ha prosciugato in un colpo solo tutte le mie bislacche illusioni. Ardo come una foglia di basilico dall’essenza mediterranea ormai essiccata, che èContinua a leggere “Come l’acqua sul fuoco”

Il ruggito dell’anima

La natura, osservandola con una più profonda complicità sensoriale, mi ha insegnato sempre qualcosa di molto utile. Qualche giorno fa, ad esempio, mi è capitato di percepire sulla pelle e nell’anima, il potente messaggio universale del ruggito di una leonessa. Per la prima volta ho compreso che quella eco assordante, tumultuosa e spaventosa che squarciaContinua a leggere “Il ruggito dell’anima”