La vita della maglia di lana rossa.

Qualunque cosa ha una vita che si possa raccontare, persino la maglia di lana rossa infeltrita, che unica e sola pende da una molletta sullo stenditoio della signora al palazzo di fronte. E’ fradicia per l’acqua di tutta una notte, dimenticata fuori per sbaglio, o chissà, magari per scelta, ed è triste come triste è la solitudine di chi non ha nessuno che vada a raccogliere un panno fuori al balcone prima della pioggia annunciata. E’ di un colore rosso intenso proprio come il colore che simboleggia il Natale che avanza ed è visibilmente vecchia come chi di Natali ne ha vissuti tanti, forse troppi per incantarsi ancora. E’ sicuramente stanca di restare lì appesa ad attendere qualcuno che la vada a raccogliere per prendersene cura ma evidentemente lo è anche per sperare di scaldare ancora qualcuno in una fredda vigilia di Natale. E’ solo una vecchia maglia rossa bagnata, eppure mi ha svelato un mondo, questa mattina, osservando il silenzio invisibile della noia nell’attesa di una condizione che mi rallegri di più.

Pubblicato da La blogopedista

un'apprendista blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: