Tra la luna e la sabbia

Lei era lì, seduta tra la luna e la sabbia. Il cuore in gola le permetteva a malapena di respirare e l’umidità dell’aria ed il sudore rendevano le sue mani scivolose al tatto. Voleva specchiarsi nel mare, ma aveva paura di quello che avrebbe visto e se ne vergognava prima ancora di scorgerlo. La testa tra le ginocchia la isolava dal resto del mondo e ne nascondeva la apprezzabile bellezza mentre i neri capelli, spessi di salsedine, la proteggevano dal suo innocente imbarazzo. Tutto intorno, un silenzio assordante faceva da misteriosa eco ai pensieri che si inseguivano senza lasciare traccia. Non serviva piangere, non serviva ricordare, non serviva sperare. Ogni cosa sembrava essere più grande della sua capacità di contenerla. Aspettava solo una risposta dall’universo che l’aveva tradita, invertendo i suoi sogni in un eterno incubo. E poi, da allora, ha vissuto sempre così, seduta tra la luna e la sabbia.

Pubblicato da La blogopedista

un'apprendista blogger

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: